La ragazzo drago 5: L’ultima battaglia (recensione)

18 Febbraio 2021

Oggi parliamo del quinto ed ultimo volume della saga La ragazza drago dal titolo L’ultima battaglia di Licia Troisi. Tutti i cinque in volumi sono splendidi e la storia di Sofia e degli altri draconiani termina e ci lascia con il desiderio di leggere altre meravigliose storie uscite dalla fantasia di Licia Troisi!

La ragazza drago 5
La ragazza drago 5

Ammetto la sconfitta…mia figlia di soli 9 anni, ha terminato la lettura di tutti e cinque i volumi molto prima di me. Per cui dedico la mia piccola recensione a lei.

In quest’ultimo volume Licia Troisi ci racconta di come Sofia insieme agli altri 5 draconiani si ritrovi in condizioni estreme e prossima alla sconfitta totale contro Nidhoggr, la viverna dall’immenso potere e dall’odio smisurato. Il mondo vede il ritorno in un corpo reale di Nidhoggr e tutte le creature vengono assoggettate e trasformate in mostri di varia natura. Le persone più care diventano nemici. Nida, l’antico nemico di tutti i draconiani, emanazione diretta dello stesso Nidhoggr tradisce il suo creatore e si schiera dalla parte del bene.

La storia si svolge fra i Castelli Romani e le città di Matera, Napoli e Palermo (la mia città!). I draconiani devono combattere contro l’intero mondo assoggettato al potere di Nidhoggr. I sei ragazzi si dividono in tre coppie e si recano nelle città di Matera, Napoli e Palermo alla ricerca dei frammenti del frutto di Thuban (il drago che vive nel corpo di Sofia).

Molte sono le disavventure da affrontare, il dolore e la fatica. Sofia ritroverà se stessa e, anche se per pochi istanti, avrà un rapporto vero con la madre che l’ha abbandonata.

Licia Troisi

Molti sono gli insegnamenti che si possono trarre dalla lettura de La ragazzo drago: L’ultima battaglia. Forse è più corretto dire che ci sono riflessioni che l’autrice, Licia Troisi, fa attraverso le vicende narrate nel libro. I draconiani imparano a fidarsi fino in fondo, imparano a lasciar andare via, imparano a chiedere aiuto.

Sofia impara anche a perdonare. Nida conosce l’amore.

Negli anni ho molto apprezzato le storie di Licia Troisi e in occasione dell’intervista che ho avuto l’onore di farle ho amato la sua cordialità e la semplicità con cui Licia si concede ai suoi lettori. La ragazza drago viene spesso indicata come romanzo per bambini. Parlandone con Licia lei stessa mi ha detto questo:

Licia Troisi: Sì, è sicuramente un problema di pregiudizio. Soprattutto in Italia, il fantasy viene percepito come qualcosa legato solo alla letteratura per l’infanzia. Io però sposterei il problema: perché un adulto ritiene sconveniente leggere anche libri per ragazzi? Io ne ho letti e ne leggo ancora parecchi, non me ne sento sminuita, anzi ho trovato perle assolute, come i libri di Jonathan Stroud. Per chi come me è orgogliosamente scrittore per ragazzi, la questione è tutta là.

tratto dall’intervista a Licia Troisi (Warlandia.it) del 18 febbraio 2019

Ringrazio ancora Licia Troisi per i suoi libri, per la dedizione alla cultura che dimostra ancora oggi con la sua partecipazione alla vita del paese e consiglio vivamente a tutti di leggere tutti e cinque i volumi della saga…li troverete sicuramente bellissimi!

Nessun commento

I commenti sono chiusi.