Il piacere della scrittura

15 Marzo 2010

Breve invito alla scrittura 

Di solito si dice “Il piacere della lettura”. Ebbene se è piacevole leggere, avete mai provato a scrivere? Ognuno lo fa per un periodo della propria vita per sopravvivere alla scuola. Si è obbligati a far riassunti, scrivere dei temi, redigere compiti di vario genere. Tutte cose di solito noiose , cose che non rendono giustizia all’arte della scrittura.

Avete mai provato a scrivere qualcosa di vostro?

Sarebbe bello avere insegnanti motivati, magari ben pagati e con tanta voglia di incoraggiare gli altri a cimentarsi in quella che è una delle attività più piacevoli che si possano provare. Io mi sono ritrovato già adulto a scrivere per pura passione e vorrei incoraggiare tutti i giovani a farlo spesso, a farlo sempre. Scrivere fa bene alla salute mentale, libera la mente dai mostri che l’affliggono.

A me capita così: mi viene un’idea in mente, apro il programma di scrittura e inizio di getto. Non programmo nulla di quello che scriverò, ma scrivo. Le parole vengono fuori da sole, mi ritrovo a leggerle mentre le scrivo quasi inconsapevole. Osservo il testo che si sviluppa e me lo godo come se lo avesse scritto un altro.
Scrivete anche voi qualcosa per provare l’ebbrezza di lasciare una traccia indelebile del pensiero che vi attraversa in un momento della vostra vita. Non preoccupatevi di cosa scriverete, ma fatelo. Vi piacerà e tornerete a farlo sempre più spesso. La mente deve essere però nutrita e non c’è nessuno che possa scrivere senza leggere i lavori degli altri.

Buon divertimento

Napoleonardo

Nessun commento

I commenti sono chiusi.