La masca di Laura Rizzoglio (recensione)

26 Ottobre 2021

La masca è un romanzo di Laura Rizzoglio edito dai NPS EDIZIONI. A metà fra un fantasy e un giallo è un libro avvincente. Un omicidio efferato sconvolge un paesino del nord Italia e le indagine più accurate vengono seguite da un gruppo di bambini.

La masca di Laura Rizzoglio (NPS)
La masca di Laura Rizzoglio (NPS)

Il romanzo parla di una creatura della fantasia popolare italiana che è la MASCA di cui abbiamo avuto modo di parlare anni fa grazie al nostro Enrico, esperto di creature magiche.

Masca

La masca di Laura Rizzoglio si è classificato secondo alla competizione letteraria organizzata da NPS dal titolo Misteri d’Italia edizione 2019.

TRAMA

Nell’immediato dopoguerra italiano, in un paesino in provincia di Asti, vivono Laura e Lorenzo due gemelli molto affiatati. La loro quotidianità è fatta di studio, gioco e famiglia. Il loro è un mondo antico, semplice e molto superstizioso. Tutti i paesani, infatti, credono che una vecchia signora del paese sia una MASCA, cioè una specie di strega con poteri magici capace di uccidere e maledire i suoi nemici. La donna è muta da tempo e vive in povertà in una malandata casa in periferia. Lia d’Ampardisòn è il nome della donna che tutti chiamano con timore la masca.

Laura e Lorenzo hanno undici anni e sono a capo di una banda di amici. Nella loro classe c’è una bambina zoppa che è stata adottata da una famiglia povera del paese. Il suo nome è Angiolina ed è molto intelligente, ama leggere e viene bullizzata per la sua diversità, per il fatto stesso di essere orfana e zoppa. I suoi genitori adottivi sono molto ignoranti e violenti e la trattano malissimo.

I paesani raccontano che Angiolina è deforme per colpa di una maledizione della masca lanciata sulla sua famiglia adottiva e su tutti i discendenti, ma in realtà Angiolina è vittima della violenza del padre alcolista.

Lorenzo è attratto da Angiolina e tenta un goffo approccio per avvicinarla. Angiolina è una bambina molto dolce e, nonostante le ripetute gaffe di Lorenzo, accetta di buon grado la sua amicizia. Lei gli parla di libri di cui lui non conosce neanche i titoli, ma la ascolta affascinato. Fra i tanti il suo preferito è Il mago di OZ: lei si rivede in Dorothy che è orfana come lei e che ha una fantasia sfrenata.

Purtroppo la storia prenderà una piega molto triste. Un terribile omicidio sconvolgerà il paese e i suoi abitanti. L’indagine ufficiale sarà guidata dagli adulti, ma in parallelo i bambini della banda di Lorenzo e Laura condurranno la loro indagine. Loro sono convinti che la masca sia la vera colpevole.

La masca è davvero una strega oppure è una povera vecchietta muta con una pessima fama? Sarà stata davvero lei a compiere l’efferato omicidio?

Un romanzo che vi trascinerà pagina dopo pagina in un mondo di violenza, ignoranza e pregiudizio facendovi dubitare diverse volte su chi possa essere il vero colpevole.

Un romanzo ben scritto e ambientato nella nostra bella Italia, con protagonisti meravigliosi. Laura Rizzoglio riesce ad inserire nel suo romanzo spunti di riflessione su problemi sempre attuali come il pregiudizio e il bullismo senza trascurare l’aspetto nour del suo giallo.

Un libro che vi consiglio di leggere!

Nessun commento

I commenti sono chiusi.