Il maestro di nodi (recensione)
Libri / 10 ottobre 2018

E’ un poliziesco al contrario in cui i buoni sono i fuorilegge e i cattivi sono un gruppo di sadici, ricattatori e assassini con la fedina penale pulita. G8 di Genova – 2001 TRAMA La moglie di un uomo ricco e di buona reputazione sparisce senza lasciare traccia. La moglie, Helena, una bellissima tedesca con una passione per il sado maso, partecipa come modella schiava a dei servizi fotografici e sesso violento dietro compenso. Lui si limita a guardare. Un giorno durante una sessione, la moglie viene rapita e l’uomo tramortito. Invece che rivolgersi alla polizia, Il marito chiede aiuto a un investigatore privato che opera fuori dalla legge: l’Alligatore. Si tratta di ex galeotto ingiustamente incolpato di un crimine mai commesso solo per aver ospitato, imprudentemente, una persona a lui sconosciuta che si era poi rivelato essere un malvivente. La polizia non aveva creduto alla sua innocenza e la giustizia italiana lo aveva condannato a diversi anni di carcere.  A fianco dell’Alligatore lavorano altri due ex galeotti. Uno è Max la Memoria detto il CICCIONE e l’altro Beniamino Rossini, un ex gangster vecchio stile con diversi principi etici e una conoscenza del mondo criminale molto forte. Il trio di…

I giorni dell’abbandono di Elena Ferrante
Cinema , Libri / 3 ottobre 2018

I giorni dell’abbandono è un romanzo di Elena Ferrante. La storia di una donna abbandonata dal marito che sprofonda in un dolore che la rende peggiore e che le fa conoscere parti di sé che avrebbe volentieri evitato di incontrare.

Io e te di Niccolò Ammaniti (recensione)
Cinema , Libri / 19 settembre 2018

Recensire Ammaniti è complicato, mi fa sentire troppo poco istruito, però, alla fin fine, il mio blog parla di quello che mi piace e a me lui piace. Cominciamo con le informazioni di base. Edito da EINAUDI nel 2012 è un romanzo breve di circa 110 pagine. Narra la storia di un ragazzo di 14 anni di Roma che vive in una bella casa, appartiene ad una famiglia benestante, e potrebbe essere felice come chiunque altro, ma ha fortissime difficoltà a relazionarsi. Lui ama vivere in solitudine, odia essere come gli altri, ma prova a non farsi notare per cui spesso si comporta come qualsiasi altro adolescente per evitare che i suoi genitori capiscano come è realmente e lo portino da uno psicologo. Copertina del libro IO E TE di Niccolò Ammaniti Lorenzo impara a vivere come una particolare tipologia di mosche che imitano l’aspetto e il comportamento delle vespe in tutto e per tutto. Da questa loro imitazione dipende la loro vita: gli altri insetti hanno paura di lui, le altre vespe lo riconoscono come un loro simile e lo lasciano in pace. Il padre ha alle spalle un precedente matrimonio da cui ha avuto una figlia, Olivia, con la…

Presentazione di Evereth di Claudia Sabella
Libri , News / 31 agosto 2018

Arriverà a breve in libreria un libro di Claudia Sabella già editor di ELPIS. Ecco stabilita la data di presentazione ufficiale per il libro Evereth di Claudia Sabella!  Come sempre, è difficile individuare con esattezza il genere di un libro, ma di certo Evereth è in parte sia uno storico, sia un drammatico e sia un sentimentale. La trama: Fuggita. Se fosse rimasta, la sua età ancora innocente in una Palermo degli anni Venti sarebbe stata macchiata dalla violenza.Sola. Quando incontra un uomo dagli occhi sprofondati e color nocciola, non può evitare di seguirlo: lui conosce il Teatro, ciò a cui lei aspira segretamente. Eppure, nonostante la sua ammirazione, il palcoscenico non risponderà al suo richiamo.Non finché lei non sarà davvero pronta a fare sentire al mondo la sua voce, a fare risplendere la sua luce.Luce che giungerà fino a un punto in ombra, su nelle gallerie. Fino agli occhi attenti di colui che è lì per lei.Tra le tende color cremisi del sipario e l’oro del suo vestito, tra l’eterna nostalgia e gli orrori della guerra, dell’uomo. Tra occhi dal colore indistinguibile e giochi d’ombra: qui, è Evereth.“Di lacrime, sorrisi ed applausi: di questo era stata la mia vita.” E l’estratto della quarta di copertina:…

Allegiant recensione del libro
Libri / 29 agosto 2018

Siamo arrivati al volume conclusivo della trilogia dal titolo ALLEGIANT, cioè Alleanti.  Il romanzo cambia forma narrativa dalla terza alla prima persona. E’ una scelta forte perché spesso è complesso far vivere una intera storia del punto di vista personale del protagonista. La narrazione in prima persona permette al lettore di identificarsi in modo molto forte con il protagonista. L’autrice ha deciso di dare singolarmente voce ai suoi due protagonisti alternando la narrazione in prima persona da Quattro a Tris. La scelta è funzionale alla narrazione e i personaggi ci mostrano punti di vista differenti della medesima situazione: i loro contrasti emotivi, la loro fatica personale nel crescere e nel vincere paure, difficoltà e nell’accettare la crudezza del mondo in cui vivono. Beatrice e Tobias sono innamorati e imparano a vivere il loro amore in un mondo difficile. Spesso si scontrano per via della loro caparbietà. In fondo si tratta di due giovanissimi e, si sa, i giovani vivono le loro passioni in modo molto forte sia quando sono positive che quando sono negative. TRAMA Il mondo diviso in fazioni non esiste più come lo avevamo conosciuto nel primo volume DIVERGENT. La guerra degli insorti narrata in INSURGENT lo ha reso…

Insurgent recensione del libro
Libri / 13 agosto 2018

Cercando di non rovinare la sorpresa a chi non abbia ancora letto questa bella trilogia proverò a parlarvi del secondo volume intitolato Insurgent, cioè Insorti. Nel primo romanzo, Divergent, il mondo conosciuto da Beatrice, ormai Tris, e da tutti i giovani sedicenni delle diverse fazioni, è molto cambiato. La guerra fra le fazioni è esplosa perché gli uomini non riescono mai a mantenere la pace troppo a lungo. Neanche l’invenzione delle fazioni, il suddividere i popoli per aspirazioni ha potuto rendere liberi gli umani dalla sete di potere, dal desiderio di primeggiare e dalla naturale tendenza al controllo del prossimo. Tris e Quattro sono molto cambiati, hanno dovuto combattere e soffrire, perdere persone amate e scoprire verità inaccettabili del loro mondo. In questo nuovo romanzo il mondo è devastato dalle divisioni e la sua organizzazione in fazioni implode. Gli Esclusi, da sempre al margine della società, e nel primo romanzo anche al margine della narrazione, sembrano oggi avere un ruolo fondamentale per il cambiamento definitivo della società. Nessuno può davvero essere inserito in una categoria e incasellato con un TAG come fosse un oggetto. Le persone sono complesse, lo sforzo di etichettarle è vano e la divergenza più che una…

Divergent, le fazioni – Una riflessione
Libri / 17 luglio 2018

Mettetevi comodi e mentre leggete ascoltate qualcosa dei RAMONES…   Nel bellissimo romanzo di Veronica Roth, intitolato Divergent, l’autrice inventa una divisione formale fra la gente che ritiene di appartenere ad una fazione specifica solo per assecondare una propria inclinazione naturale alla curiosità, al coraggio, all’abnegazione, alla pace, all’onestà. Tutti coloro che non appartengono a nessuna di queste fazioni perché non superano la fase di iniziazione sono destinati all’esclusione. Apparterranno, cioè, ad un gruppo di persone SENZA FAZIONE. In realtà gli ESCLUSI costituiscono il raggruppamento più grande e molte delle persone che vengono costrette a vivere ai margini della società sono semplicemente al di sotto delle aspettative degli altri. Alcuni, in realtà, sono DIVERGENTI e, cioè, sono persone non facilmente inquadrabili e, a mio modesto parere, al di sopra della media. I personaggi scomodi vengono rimossi dalle fazioni che contano e costretti a vivere in povertà, con un senso di inadeguatezza per aver fallito la loro fase di iniziazione. Molto di questo mondo assomiglia a quello vero in cui tutti noi viviamo. Le fazioni non sono così evidenti, le regole non sono scritte, ma quante storie di esclusione, di giudizio, di imbarazzo verso il diverso possiamo raccontare? Ciascuno di noi…

Divergent recensione del libro
Libri / 5 luglio 2018

Oggi parliamo di una trilogia scritta da Veronica Roth a cui appartengono i tre romanzi: Divergent Insurgent Allegiant Soltanto in questi giorni ho avuto il tempo di iniziare a leggere il primo romanzo. Vi confermo che ho 16 anni! Mi è piaciuto moltissimo e mi sono fatto trasportare in un mondo decisamente incredibile pagina dopo pagina. In un mondo fantastico simile al nostro l’umanità è divisa in 5 fazioni ognuna ispirata da un carisma particolare che la identifica. Le fazioni sono nate dopo che il mondo è stato devastato dalle guerre allo scopo di proteggere l’umanità. Ciascuna fazione ha dei capi e degli ideali con i quali difende il mondo: gli abneganti sono coloro che salvano il mondo dall’egoismo con la generosità. Il loro simbolo sono due mani che si stringono. gli eruditi sono coloro che pongono al centro della loro esista la conoscenza, contrapponendola all’ignoranza. Il loro simbolo è un occhio. i candidi vivono nella verità contro la menzogna. Il loro simbolo è una bilancia. gli intrepidi pongono il coraggio al centro della loro esistenza per metterlo a disposizione delle altre fazioni a difesa dalla codardia. Il loro simbolo è una fiamma. i pacifici che mettono al primo posto…

Il giro del mondo in 80 giorni (recensione)
Libri / 13 giugno 2018

Chi ha la mia età non può non ricordare il mitico cartone animato Willy Fog e il giro del mondo che è una riduzione in versione animata del romanzo Il giro del mondo in 80 giorni di Verne. Quel cartone mi faceva sognare viaggi interminabili intorno al mondo, avventure e pericoli affrontati con coraggio da personaggi simpatici e, a modo loro, coraggiosi.  I personaggi e la storia erano più o meno quelli del vero romanzo di Jules Verne (autore di numerosi altri romanzi avventurosi, fra cui 20000 leghe sotto i mari e I figli del capitano Grant). Questo mio amore infantile per l’avventura mi spinse a leggere insieme a mia figlia il vero romanzo dal titolo Il giro del mondo in 80 giorni di cui oggi vi parlo. Phileas Fog è un eccentrico inglese, molto ricco e riservato. Le sue giornate si svolgono sempre in modo identico e non sembra uomo da amare l’avventura o i cambiamenti. Alle sue dipendenze assume un giovane francese con un carattere molto diverso dal suo: il simpatico Passpartout. In un giorno di inverno il compassato Fog scommette con i soci del Reform Club di Londra sulla fattibilità di un viaggio intorno al mondo in soli…

Cronache di un mondo a parte di Valentina Tagliabue (recensione)
Libri / 4 giugno 2018

Oggi vi parlerò di un romanzo che mi è capitato per caso fra le mani. Si tratta di Cronache di un mondo a parte edito da Zephyro Edizioni. L’autrice è Valentina Tagliabue nata in provincia di Milano nel 1992. La pubblicazione del suo primo romanzo è addirittura del 2009 alla tenera età di 17 anni! Nonostante la giovane età, l’autrice dimostra una grande attenzione al mondo, ai temi sociali e una sensibilità umana non comune.   Il suo sito web dell’autrice è http://www.valentina-tagliabue.it/ TRAMA   Jennet è una ragazza spensierata che in un giorno estivo viene trascinata attraverso un varco dimensionale in un mondo del tutto simile al suo, ma in cui lei è alta circa 2 cm e tutto il resto del mondo è gigantesco. In questo mondo vivono altri umani come lei che, però, sono sempre vissuti in quel luogo insieme a degli esseri giganteschi. Fra i giganti ci sono persone meravigliose e altre cattive e mostruose.   Il primo incontri di Jennet è, per sua fortuna, con Jolef. Un gigante molto buono che si prende cura di lei portandola in casa propria. Jolef e sua moglie Hannar sono parte dell’A.N.P.P.U. (Associazione Nazionale per la Protezione degli Umani)…