Rosie e gli scoiattoli di St. James (recensione)

17 Aprile 2019

di Simonetta Agnello Horby e George Horby

Simonetta Agnello Horby e George Horby

Ancora una volta grazie a mia figlia Costanza scopro un libro per ragazzi che ho avuto il piacere di leggere insieme a lei.

Si tratta del bellissimo Rosie e gli scoiattoli di St. James scritto da Simonetta Agnello Hornby, metà inglese e metà italiana (più precisamente di Palermo!!!!) e da suo figlio George Hornby. Possiamo provare a conoscere gli autori grazie al video trailer di un altro loro libro: Nessuno può volare!

Nessuno può volare

Le illustrazioni sono di Mariolina Camilleri figlia del famosissimo Andrea Camilleri, si proprio l’autore dei romanzi il cui protagonista è Il commissario Montalbano.

Rosie e gli scoiattoli di St. James illustrazioni di Mariolina Camilleri

Torniamo adesso al romanzo Rosie e gli scoiattoli di St. James!

La storia è quella di una famiglia inglese composta da madra giamaicana, padre italiano e la piccola Rosie nata nel Regno Unito. I genitori di Rosie sono conducenti di autobus a Londra. La bimba ama passare del tempo sugli autobus guidati dai genitori e ammirare la città dall’alto del secondo piano del bus.

Rosie e gli scoiattoli di St. James illustrazioni di Mariolina Camilleri

L’autobus è un po’ immagine del mondo: persone di ogni nazione e tipologia salgono e scendono in continuazione, si incontrano o si ignorano per un breve tratto della loro vita.

Il romanzo è ambientato poco prima del referendum inglese per la Brexit. Le persone sono confuse, alcuni vogliono andar via dall’Europa, altri vogliono restare. I pareri sono diversi, le opinioni contrastanti. Spesso si litiga senza sapere fino in fondo quali siano le ragioni. La diversità fa paura e la famiglia di Rosie rappresenta molto bene la cultura multietnica del mondo anglosassone. A Londra da sempre convivono inglesi da generazioni, con italiani, francesi, americani, giamaicani e gente di ogni parte del mondo.

In un giorno di festa, la famiglia di Rosie decide di portarla a vedere gli scoiattoli di St. James. Il clima fra gli adulti è teso, forse per via dei discorsi sulla Brexit, forse per altro. Tutto, però, contribuisce a creare distanza tra la bimba e gli adulti.

Una volta raggiunto il parco Rosie non trova nessuno degli scoiattoli che tanto sperava di incontrare. Poi improvvisamente incontra uno scoiattolo in uniforme da soldato che la coinvolge in una battaglia fantastica contro l’invasore.

Illustrazioni degli animali del parco di St. James

Il parco è, infatti,  pieno di altri animali: ci sono i pellicani russi, gli scoiattoli rossi americani mentre gli scoiattoli grigi inglesi sembrano subire la presenza delle altre creature. Lo scontro fra animali è simbolico e ci riporta ai nostri giorni, alla Brexit, alla paura dello straniero e alle riflessioni su questi argomenti in una forma adatta ai bambini.

Un libro che vale la pena di essere letto insieme ai vostri figli!!!!!

Nessun commento

I commenti sono chiusi.