Coraline di Neil Gaiman

20 Febbraio 2012

Un libro di poche pagine (160 in alcuni formati) che nasconde una trama eccellente. Ancora una volta Gaiman (già autore de Il cimitero senza lapidi e Nessun dove, mostra la sua passione (oppure dovrei chiamarla ossessione?) per i mondi paralleli, per le porte come accessi verso nuovi mondi e per le storie con un fondo di inquietudine.

Coraline di Neil Gaiman

La piccola Coraline Jones si è, da poco, trasferita in un appartamento in campagna. La loro è una casa molto grande ricavata come porzione di una enorme magione in cui vivono altre persone.

I genitori di Coraline lavorano in casa e non hanno mai tempo per giocare con lei. La piccola si avventura prima nei ditorni della casa, circondata dalla campagna, e poi nelle numerose stanze che compongono la casa stessa.

Coraline Libro

Tredici porte in tutto danno accesso ad altrettante camere. Coraline trova la quattordicesima porta dietro un mobile: è piccola e da su un muro di mattoni. La madre conserva una chiave nera che le permette di aprirla.

La notte Coraline deciderà di attraversare quel muro che, magicamente, sarà sparito e le darà accesso a un mondo a specchio rispetto al suo. Qui vive l’Altra Madre e il suo Altro Padre che hanno degli orribili bottoni cuciti sugli occhi.

Il mondo è apparentemente perfetto: l’Altra Madre cucina per lei, gioca con lei e vuole solo il suo bene, ma…

In pochi attimi la storia si tinge di Nero e diventa un capolavoro di fantasia da leggere tutto di un fiato.

Meraviglioso il film in stop motion realizzato successivamente alla pubblicazione del libro e di cui abbiamo già parlato.

Nessun commento

I commenti sono chiusi.