Assedi e battaglie epiche in L’ultimo eroe del Klaidmark

6 Dicembre 2011

Il romanzo di Alberto De Stefano ha una impostazione molto tecnica delle battaglia.

Pare quasi che l’autore sia un esperto di storia oppure un grande appassionato di strategia.

L’ultimo eroe del Klaidmark (gli assedi)

Del romanzo, infatti, colpisce la particolare abilità dell’autore di descrivere in modo minuzioso, ma mai noioso, lo svolgimento delle singole battaglie.

Dall’assedio della città dei Nani, proseguendo con l’arrivo degli alleati Umani e, infine, dei Draghi i combattimenti sono cruenti, diretti e lo stile quasi rivela una passione di chi scrive per la guerra.

A tratti si ha la sensazione di leggere Stan Nicholls per la particolare durezza dei dettagli macabri, anche se c’è una forte distanza stilistica fra i due.

Ho particolarmente apprezzato le ultime 100 pagine del romanzo in cui pare di vivere una continua battaglia furiosa fra le due fazioni.

Proveremo ad approfondire il perché di alcune scelte dell’autore in una prossima intervista.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.