Lilith il demone notturno

25 Luglio 2010

Demone notturno 

La tradizione ebraica narra che Dio, dopo aver creato Adamo, si rese conto che il primo uomo soffriva di solitudine. Decise allora di affiancargli una creatura di sesso femminile. Così creò Lilith, un essere strano dal corpo di donna, ma con capelli ricci rossi e pelle blu, che avrebbe dovuto essere sottomessa ad Adamo. Purtroppo le cose non andarono così, perché Lilith si dimostrò subito piuttosto indipendente e pretese che l’uomo rispettasse la sua volontà.

Lilith demone notturno

Adamo non era d’accordo e si lamentò col Creatore. Lilith allora si ribellò e fuggì dal Paradiso Terrestre, rifugiandosi sulle rive del Mar Rosso, dove si congiunse con i demoni. Gli angeli inviati a riportarla da Adamo non riuscirono nell’intento, perché Lilith volò via. Infatti improvvisamente le spuntarono ali, coda di pesce e artigli al posto delle dita dei piedi. Da allora prese a vagare in luoghi deserti, mostrandosi sotto forma di gufo o civetta. Può causare la morte nel sonno dei neonati e abusare degli uomini di cui si innamora.

Infatti è considerata un demone lussurioso e irresistibile. E’ associata anche alle tempeste distruttive, soprattutto quelle di vento.

Dopo questo disastro, Dio creò Eva, la prima donna.

Enrico Di Giacomo

Nessun commento

I commenti sono chiusi.