Anfesibena

4 Giugno 2010

Ringrazio ancora una volta Enrico che scrive per noi da qualche mese per la ricerca accurata delle creature fantastiche che ci propone ogni settimana. E’ ancora la volta di un serpente.

La parola all’esperto:

Anfesibena

L’anfesibena o anfisbena è un serpente con due teste, una per ciascuna estremità del corpo. Viene descritto a volte come un animale carnivoro, a volte come un uccello.

Ha occhi che emettono una luce intensa e quando una delle teste dorme, l’altra veglia. Di norma una testa è alata, mentre l’altra è dotata di zampe da rettile. E’ un animale dotato di grande mobilità e può invertire a piacimento il suo moto.

La mitologia greca lo voleva nato dalle gocce di sangue cadute dalla testa decapitata della gorgone Medusa sul deserto libico, mentre l’eroe Perseo lo sorvolava. Talvolta è rappresentato in film, cartoni animati e fumetti col corpo di serpente e due teste affiancate.

Non si può escludere che questa rappresentazione derivi dal ritrovamento di veri serpenti, che per anomalie genetiche presentano questa malformazione.

Enrico di Giacomo

Nessun commento

I commenti sono chiusi.