Il Destino dei Nani

11 Ottobre 2009

Cari eroi del sito, 
ancora una recensione del nostro TheKing che scrive sull’ennesimo libro fantasy della collana NARRATIVA NORD dell’autore Heitz Markus. 
Leggetela e spero vi venga voglia di leggere il libro e, magari in un secondo momento, di scrivere voi stessi qualcosa per noi…da pubblicare qui su warlandia.it per dare visibilità ai vostri lavori. 

Markus Heitz – Il destino dei nani

Napoleonardo 

La parola a THE KING

Tungdil Manodoro è riuscito a sigillare la Forra Oscura, centro di ogni male della Terra dell’Aldilà. Ma in questo eroico tentativo, è scomparso al suo interno combattendo contro milioni di mostri.

In 250 cicli, il Rabbioso e la sua amata Goda hanno costruito una fortezza, Diga-del-Male, che sorveglia il manufatto che tiene sigillata la Forra.
Ma le cose non sono destinate a durare e un’orda di nemici, approfittando della naturale distruzione dell’artefatto, riemergono da quel foro con a capo un nano: Tungdil Manodoro. Lo sguardo dell’eroe prometteva solamente morte e distruzione.


Ma, quando ogni truppa di Diga-del-Male si ferma per la sorpresa, Tungdil attacca il Kordrion, creatura malvagia, e fa vacillare lo schieramento nemico che, visto il tradimento del loro capo, rientra nella Forra per preparare un nuovo attacco.


Fra le urla di giubileo, l’eroe della Terra Nascosta entra a Diga-del-Male.
A dubitare del suo vero essere, però, è solamente Goda, che trasmette i suoi dubbi a Kiras, la pronipote della vecchia amante di Tungdil, Sirka.
Il Rabbioso parte insieme all’amico per riuscire a sigillare per sempre la Forra Oscura; ma per farlo ci servirà l’aiuto del suo padrino, Lot-Ionan, misteriosamente riemerso dalle profondità marine circa 300 cicli prima.
Ma l’eroico nano scoprirà che non è più come egli pensava, bensì è diventato malvagio, conquistando i Monti Blu, patria di Boindil.
Nel frattempo, tra continui dubbi sull’identità dell’amico, Boindil e i suoi compagni di viaggio incontrano un gruppo di Terzi, ritornati nemici dei Nani. Questi, riconoscono Tungdil, diventato imperatore e lo accolgono come loro signore, combattendo a fianco di tutte le altre stirpi.


Con una serie di intrighi e favolosi colpi di scena, Tungdil e Boindil ritornano nella Terra dell’Aldilà, dove li aspetterà la più grande battaglia della loro vita, contro colui che fu il maestro di Manodoro in quei 250 cicli.
In un finale che definire pieno di colpi di scena è poco, si concludono le vicende dei miei cari amici nani, nel libro più bello della saga.

Ora che è tutto finito, vi voglio rinnovare il mio consiglio di leggervi questi libri a voi, amanti del Fantasy, perchè vi assicuro che meritano.
Quando l’ho finito, mi sono venute le lacrime agl’occhi.

E’ stato un piacere potervi fare queste piccole recensioni, il vostro The King.

Nessun commento

I commenti sono chiusi.