The game di Alessandro Baricco

6 Febbraio 2019

Quando mi confronto con una persona così competente come Alessandro Baricco non me la sento di scrivere accanto al titolo del mio articolo la parola RECENSIONE 🙂 ma due parole posso spenderle comunque!

Alessandro Baricco – The Game

Alessandro Baricco riflette sul cambiamento culturale imposto dalla rivoluzione tecnologica degli ultimi 30 anni. L’informatica ha cambiato pelle, giorno dopo giorno è entrata nella nostra quotidianità e ci ha trasformati come individui e come uomini. La sua analisi parte dai videogames che hanno caratterizzato la nostra infanzia negli anni 80 e da quelli si muove passo passo verso l’evoluzione mentale che ha comportato tutti i cambiamenti che ancora oggi sono in atto e di cui facciamo tutti parte.

Primo iPhone

Il primo iPhone della Apple è quasi una pietra miliare. Un oggetto nuovo che permetteva a chiunque di far molte cose complesse con gesti semplicissimi: ascoltare musica, telefonare, scattare foto, inviare email e molto altro. Il cambiamento è culturale non solo tecnologico, ma la velocità con cui questo avviene è quasi inspiegabile.

Facebook, world wide web, twitter, ebook, instagram, youtube

Negli ultimi 10 anni abbiamo imparato un nuovo modo di vivere il mondo, ispirato per semplicità al mondo dei videogiochi. Per questo il titolo del libro è The Game.

Un gioco complesso, ma in apparenza molto semplice, che ha modificato il nostro vivere che ci costringe a fare i conti con un continuo cambiamento di prospettiva e che è ancora in moto.

Il libro è una continua riflessione accompagnata da una splendida narrazione della breve storia di questo cambiamento. Partendo dal lontano Space Invaders arriva ai giorni nostri e su quelli riflette.

Si tratta di un libro impegnativo, ma che vale la pena leggere con attenzione e prendendosi il tempo necessario. La complessità del pensiero è elevata, ma lo sforzo dell’autore di rendere tutte le sue riflessioni chiare ha dato i suoi frutti. Ne consiglio a tutti la lettura!

Nessun commento

I commenti sono chiusi.