Divergent recensione del libro

5 luglio 2018

Oggi parliamo di una trilogia scritta da Veronica Roth a cui appartengono i tre romanzi:

  • Divergent
  • Insurgent
  • Allegiant

Soltanto in questi giorni ho avuto il tempo di iniziare a leggere il primo romanzo.

Vi confermo che ho 16 anni!

Mi è piaciuto moltissimo e mi sono fatto trasportare in un mondo decisamente incredibile pagina dopo pagina.

Abneganti – Divergent di Veronica Roth

In un mondo fantastico simile al nostro l’umanità è divisa in 5 fazioni ognuna ispirata da un carisma particolare che la identifica. Le fazioni sono nate dopo che il mondo è stato devastato dalle guerre allo scopo di proteggere l’umanità. Ciascuna fazione ha dei capi e degli ideali con i quali difende il mondo:

  • gli abneganti sono coloro che salvano il mondo dall’egoismo con la generosità. Il loro simbolo sono due mani che si stringono.
  • gli eruditi sono coloro che pongono al centro della loro esista la conoscenza, contrapponendola all’ignoranza. Il loro simbolo è un occhio.
  • i candidi vivono nella verità contro la menzogna. Il loro simbolo è una bilancia.
  • gli intrepidi pongono il coraggio al centro della loro esistenza per metterlo a disposizione delle altre fazioni a difesa dalla codardia. Il loro simbolo è una fiamma.
  • i pacifici che mettono al primo posto la pace e il loro simbolo è una pianta.

Ciascuno degli appartenenti ad una fazione deve vivere con la propria famiglia fino al compimento del sedicesimo anno di età. I giovani sedicenni vengono riuniti insieme per essere esaminati tramite un test attitudinale che permetterà loro di scoprire la loro naturale tendenza ad essere parte di una fazione piuttosto che un’altra.

La scelta della fazione è, però, personale e l’esito dei test non è vincolante. Esistono, però, persone che vanno fuori dalle righe, che non presentano comportamenti prevedibili e non possono essere in alcun modo inquadrati: sono i DIVERGENTI.

La protagonista del romanzo è una ragazzina di 16 anni che si chiama Beatrice e che appartiene per nascita alla fazione degli abneganti. Vive con la sua famiglia composta da padre, madre e un fratello e con loro cerca di essere una brava abnegante. La sua vera natura la porta a fare molta fatica nei panni che le impone la sua nascita.

Gli abneganti giovani non possono parlare a tavola se non interrogati dagli adulti, devono sempre anteporre gli altri a loro stessi, non possono vivere di frivolezze, né aver cura di sé in alcun modo che possa essere giudicato egoista. Beatrice vive con ubbidienza tutti questi dettami, ma non riesce a provare gioia nell’essere così sottomessa. Ai suoi occhi il fratello Caleb è perfetto per la loro fazione e vive in modo esemplare, lei si sente sempre fuori posto.

Il giorno dei test attitudinali, però, qualcosa di strano la porterà a riflettere e a scegliere la fazione degli intrepidi. La scelta sarà combattuta e il percorso di formazione per diventare un vero intrepido, sarà durissimo e pieno di ostacoli.

Non mancheranno occasioni serene, incontri e nuove amicizie, ma sopratutto Beatrice cederà il passo ad una nuova se stessa che prenderà il nome di TRIS.

Si legge in un fiato….

 

Un commento