Daglass il viaggiatore e le cronache di Elandia – Recensione

22 Febbraio 2017

Oggi vi presento il nuovo romanzo di Alessandro Orlandini ”Daglass il viaggiatore e le cronache dei regni di Elandia” edito da Armando Curcio Editore:

http://www.curciostore.com/narrativa/544-daglass-il-viaggiatore-e-le-cronache-dei-regni-di-elandia.html

Il bene e il male sono in continua lotta per la conquista del potere. I Luminosi con il potere della Luce si contrappongono agli Oscuri, servitori dell’Oscurità. La magia di entrambe le fazioni rende i propri maestri particolarmente longevi e dona loro poteri oltre ogni immaginazione.

Il maestro Kim, appartenente alla razza degli gnomi, è l’ultimo dei maestri luminosi. Egli fu il vincitore dell’ultima grande battaglia contro i maestri oscuri più di 700 anni prima. Convinto di aver distrutto l’intera stirpe degli oscuri, Kim vive per 700 anni in pace perdendo di vista il suo ruolo di custode e non leggendo i segni dei tempi non si accorge che le forze oscure si sono nel frattempo ricompattate in un nuovo esercito guidato da un maestro oscuro fortissimo. Questi ha ricevuto in dono dall’Oscurità in persona l’ultima Goccia di Sangue che è una gemma potentissima con la quale il suo potere viene amplificato al punto da non poter essere più battuto da Kim.

Daglass il viaggiatore

Il destino ha, però, a cuore l’equilibrio fra il bene e il male e nuovi eroi luminosi sorgono fra le razze degli umani, degli elfi, dei nani e persino degli gnomi.

Daglass è un ramingo ed è un maestro della luce, discepolo diretto di Kim. Egli avrà il compito di ritrovare una gemma chiamata la Lacrima del Cielo in grado di neutralizzare i poteri dell’Oscuro e distruggere la Goccia di Sangue.

Daglass il viaggiatore avrà un ruolo determinante nella storia e dovrà superare molti dei suoi limiti e delle sue paure per ritrovare la pace. La lotta fra il bene e il male non è soltanto fra due eserciti, ma dentro ciascuno dei personaggi. Persino un Maestro luminoso ha dentro di sé il seme dell’Oscurità.

E’ un romanzo che si legge in un fiato sia per la non eccessiva lunghezza che per il buon ritmo dei capitoli.

Scritto bene, senza troppi fronzoli, cattura immediatamente l’attenzione del lettore. La storia è lineare e i personaggi hanno poteri magici enormi e caratteri distintivi evidenti. Ci si affeziona in fretta a tutti gli eroi positivi del libro.

I cattivi sono, invece, piuttosto anonimi e, in particolare, il maestro oscuro è quasi esclusivamente presente nello scontro finale.

Il maestro Kim è il più anziano con i suoi circa 1000 anni e ha poteri enormi, ma anche dei modi che lo rendono simpatico e molto umano. Daglass è un tipo schivo, ma con un passato denso di affetti, ha scelto di avere una famiglia che lo ha messo di fronte alla terribile esperienza di affrontare la morte delle persone amate. La longevità dei Luminosi li costringe a veder morire le persone amate e a vivere quasi fuori dal tempo altrui.

Il romanzo si chiude con uno spiraglio verso un secondo capitolo di un possibile saga. Un buon libro che consiglio a tutti gli appassionati di fantasy!

Nessun commento

I commenti sono chiusi.