Silvius Brabo

23 novembre 2013

In Belgio, ad Anversa, si racconta che il guado del fiume Schelda fosse anticamente occupato da un crudele gigante, di nome Druon Antigon. Questi chiedeva un pesante pedaggio ai viaggiatori che dovevano attraversare il fiume e tagliava una mano a quelli che non potevano pagare.
Le violenze durarono anni, finchè le legioni romane non arrivarono nei pressi della dimora di Druon. Il gigante sbarrò loro il passaggio e chiese come suo solito il pedaggio. Tutti i soldati ebbero paura di affrontarlo, tranne il legionario Silvius Brabo, che uccise il gigante e gli tagliò la mano destra, gettandola poi nella Schelda.
Da allora il guado si chiamò Antwerp (in italiano Anversa), che significa “il lancio della mano”.
Questa leggenda sembrava totalmente priva di fondamento, finchè nei pressi della città non sono stati trovati i resti di un accampamento romano.
Fino ad allora non si credeva che le legioni si fossero spinte così a nord.

Nessun commento

I commenti sono chiusi.