Harry Potter e il Principe Mezzosangue

29 Maggio 2013

Il Principe Mezzosangue è uno dei miei libri preferiti fra quelli della saga di Harry Potter. La storia è complessa e piena di colpi di scena, ma sopratutto è una storia di coraggio e amore.

Tutto inizia con la caduta del Ministro della Magia, Caramell, che viene sostituito dall’ex Auror Scrimgeour. La nuova linea del ministero terrà in conto il ritorno di Voldemort e, anche se nutrirà diffidenza per Albus Silente e Harry Potter, il nuovo Primo Ministro non sottovaluterà il pericolo incombente.

Proprio nelle prime pagine accadono due fatti strani. Il Primo Ministro magico si accorderà con il Primo Ministro Babbano per spiegargli come difendere il suo popolo babbano dalla magia Oscura di Voldemort. In un secondo momento la madre di Draco Malfoy andrà a trovare il prof. Piton chiedendogli di aiutare il figlio nella sua missione di neo mangiamorte assegnatagli dall’Oscuro Signore.

Harry è ancora a casa degli zii e sta per compiere 17 anni, età adulta nel mondo magico, che gli farà perdere la protezione imposta dall’amore della madre e dall’essere vissuto con gli zii. Da qui Silente lo condurrà prima a coinvolgere un vecchio amico e collega nel ruolo di docente di Pozioni: il prof. Lumacorno. La cattedra di Difesa contro le Arti Oscure andrà inspiegabilmente a Piton.

Successivamente Harry tornerà a scuola con gli amici e dovrà imporsi come nuovo capitano della squadra di quidditch. Fra i compiti, gli allenamenti e le lezioni private con Silente il giovane Harry si troverà presto davanti a problemi più grandi di lui.

Silente gli svela molto del passato di Voldemort per prepararlo al combattimento finale. Gli spiega, infine, che cosa siano gli Horcrux: oggetti in cui un mago terribile può imprigionare pezzi della propria anima per rendersi immortale fino a che anche uno solo di essi sopravviverà. Inizia così la ricerca di questi oggetti magici per distruggerli.

Harry trova un vecchio libro di pozioni pieno di appunti a firma di un certo Principe Mezzosangue. Da lui impara moltissimo e seguendo le sue indicazioni eccellerà nella materia di Pozioni. Soltanto alla fine scoprirà che il Principe è il malvagio Piton che ucciderà davanti ai suoi occhi il prof. Albus Silente svelando la sua vera natura di traditore.

La morte di Silente è un momento duro e di forte cambiamento nella storia. Harry abbandonerà la scuola insieme ai suoi due più cari amici per seguire la missione affidatagli da Silente di distruggere prima tutti gli Horcrux e, infine, uccidere Lord Voldemort.

Nessun commento

I commenti sono chiusi.