Tifone il demone

21 marzo 2012

Tifone è sicuramente uno dei demoni più inquietanti dell’antichità ed è per questo che ancora oggi il suo nome è associato alla forza distruttiva della natura.

La leggenda vuole che fosse figlio di Crono, che fecondò due uova per concepire un mostro capace di rovesciare Zeus.

Tifone era un gigante smisurato, le sue gambe erano due draghi, sulle sue spalle latravano centinaia di serpenti. Rettili erano anche le sue braccia, mentre gli occhi vomitavano fuoco.

Non appena il mostro vide la luce, cominciò a scalare l’Olimpo. Tutti gli dei fuggirono in Egitto. Solo Zeus e sua figlia Atena si apprestarono alla battaglia.

Lo scontro fu violentissimo e dall’esito incerto. Quando Tifone stava per avere la meglio, gli altri dei decisero di intervenire. Ciò permise a Zeus di prendere il suo carro e di dardeggiare il demone con i suoi fulmini.

Tifone rispose sollevando la Sicilia per scagliarla contro il re dell’Olimpo, ma proprio un attimo prima un fulmine prodigioso lo colpì, facendogli cadere addosso l’isola.

Da allora la creatura potè solo scatenare le eruzioni dell’Etna.

Enrico Di Giacomo

Nessun commento

I commenti sono chiusi.