La guerra dei Nani

9 novembre 2008

Ecco a voi la seconda recensione di The King La guerra dei Nani, trilogia fantasy di Markus Heitz, che prosegue la storia de Le cinque stirpi, pubblicata qualche tempo fa. Se siete curiosi di scoprire come andrà a finire continuate a leggere…presto anche il terzo.

Dopo aver ucciso Nod’Onn, Tungdil e i sui amici si godono il meritato riposo, che, però, sembra durare davvero poco. Subito dopo la vittoria a Giogonero, grazie alla mitica ascia, la Lama di Fuoco, forgiata nella fucina della stirpe ormai estinta dei Quinti, Vapordrago, il passaggio di una cometa porta morte e distruzione in tutta la Terra Nascosta.
Nel frattempo a Porista, capitale ormai di quasi tutta la Terra, la maga Andokai la Burrascosa non ha più nessun apprendista a cui dare il potere della magia. Ma scopre che la mezz’alba Narmora possiede in lei le caratteristiche per farla diventare una grande maga. Alla richiesta della Burrascosa, la mezz’alba, però, risponde bruscamente negandole di addestrarla. Questo perchè in grembo aspetta due bambini.
Ma quando Furgas, il marito di Narmora, viene misteriosamente attaccato e avvelenato da dei banditi, che si scopriranno essere stati mandati segretamente dalla stessa maga, Narmora non ha scelta: deve addestrarsi per curare il marito.
Durante l’apprendistato perderà anche un figlio, cosa che sprigionerà la sua natura d’alba.
Tungdil e la sua compagnia, nel frattempo, stanno tornando sui Monti Grigi, regno dei Quinti, per ripopolarli. L’eroe di Giogonero vuole anche stringere il Patto di Ferro (il matrimonio) con colei che ha forgiato la Lama di Fuoco: Balandys, una nana della stirpe dei Primi. Putroppo il suo Clan le impedirà di unirsi a Tungdil, perchè questi è un Terzo.
L’eroe si ritroverà quindi a partire verso una comunità di nani, i Liberi, una popolazione che vive senza alcun Clan, dove si rifuggiano tutti gli esiliati delle Stirpi.
Qui Tungdil troverà una nuova compagna Myr, con cui stringerà il Patto di Ferro. Verrà anche a conoscenza delle sue origini perdute.
Purtroppo Tugdil non troverà le felicità sperata per un intrigante colpo di scena.
Myrmianda (il nome completo di Myr) guarirà Boendal dall’ipodermia provocatagli da una valanga, che le farà guadagnare la stima eterna di Boindil.

Nel frattempo nella Terra Nascosta una minaccia luccicante incombe. Gli avatar del dio del male Tion invadono la patria dei nani, degli uomini e degli elfi, e conquistano Porista, l’unica città che ha continua ad avere un campo magico sotto di essa.
Nel contempo la malefica stirpe dei Terzi porta avanti la sua vendetta.

Riusciranno questa volta Tungdil e i suoi amici ad avere la meglio su questa nuova ondata di distruzione che viene dalla Terra Estinta?
Scopritelo leggendo il secondo capitolo di questa emozionante saga.
A presto con il terzo capitolo.

The King

Nessun commento

I commenti sono chiusi.