Re di Stormwind

Questa domenica vi propongo, tra le tante cose, un articolo sulla Lore di Warcraft. Ok, molti di voi smetteranno già di leggere sin da ora, ma siccome questa è una nuova sezione, io intendo valorizzarla sin da adesso anche con articoli da aggiungere alle discussioni nel forum.
Ho deciso quindi di parlarvi del Re di Stormwind. Molti non hanno ben chiara la questione ora che nella nuova espansione torna un certo Varian Wrynn a riprendersi la corona. Ma chi è costui?

Nacque a Stormwind dal Re Llane Wrynn in un periodo di assoluta tranquillità e pace, precedente alla Prima Guerra con gli Orchi. L’infanzia di Varian fu turbata dalla violenta morte del padre sotto i suoi occhi: quando infatti l’Orda penetrò ad Azeroth, giungendo fino a Stormwind, alcuni assassini orchi si infiltrarono nella città spacciandosi per alleati degli umani. Tra questi c’era l’assassina Garona, che si rivelò essere fedele ancora all’Orda, uccidendo il Re Llane colpendolo alle spalle. Stormwind decadde, e Anduin Lothar, capo supremo delle forze umane, decise di evacuare la città e di fare rotta con delle navi verso Lordaeron, terra di Re Terenas Menethil per avvertirlo del pericolo. Qui Varian fu trattato come suo pari da Terenas, e fu invitato a restare come ospite a Lordaeron finchè il suo regno non fosse stato recuperato. E così nacque l’Alleanza di Lordaeron, formata da molti regni umani e anche elfici, che durante la Seconda Guerra riconquistò tutti i territori che l’Orda aveva inizialmente conquistato. Stormwind fu riconquistata e ricostruita sia grazie ai finanziamenti di Re Terenas, che incoronerà ufficialmente Varian come Re di Stormwind, sia alla gilda Stonemasons di Edwin VanCleef che fornì gli operai. Fu in questo periodo di pace che Varian sposò la sua amata, e nacque Anduin Wrynn. Sorsero però problemi con gli Stonemasons: loro infatti chiesero una giusta retribuzione per il loro lavoro svolto, ma la Casata dei Nobili, consiglieri del Re, ma gente molto avida, li retribuì con una somma di denaro molto inferiore al valore del loro lavoro. Gli Stonemasons così diedero iniziò ad una dura rivolta, che nel trambusto portò alla violenta uccisione della Regina. La rivolta fu sedata e gli Stonemasons esiliati. Passato un periodo di depressione e lutto, Varian organizzò un viaggio a Theramore per parlare con Jaina Proudmoore circa la relazione tra i suoi umani e gli orchi di Orgrimmar. Ma gli stessi Stonemasons rapirono il Re e lo tennero prigioniero all’isola Alcaz con l’intento di ucciderlo. Ogni traccia di Varian si perse, e a Stormwind Bolvar Fordragon fu eletto reggente del regno, mentre il piccolo Anduin, ormai orfano, fu eletto Re. Varian riuscì a fuggire dall’isola, ma a nuoto. L’impresa non gli riuscì appieno: svenne durante la traversata, e perse la memoria.
Inizia qui la vita da gladiatore di Varian: egli infatti fu ritrovato mezzo affogato sulle coste di Durotar che combatteva contro un coccodrillo da Reghar Earthfury, uno sciamano allenatore di gladiatori, il quale ammirando la sua potenza, decise di portarlo con sé a Orgrimmar per usarlo per i suoi scopi nelle battaglie tra gladiatori nell’arena della città. Egli così iniziò ad allenarsi insieme ad altri due personaggi: Broll, un elfo della notte druido e Valeera, una elfa del sangue assassina. Già durante i primi giorni, Varian mette in mostra tutta la sua potenza, gareggiando quasi da solo contro interi team di gladiatori nemici e uccidendo un maestro d’arme abbastanza famoso nell’ambiente dei gladiatori. I suoi seguenti successi lo porteranno a essere soprannominato Lo Gosh, cioè Lupo Fantasma. Egli durante tutto questo tempo ha vari flashback della sua vita precedente: Lo Gosh capisce che se vuole capire più del suo passato deve assolutamente scappare da Reghar. Aiutati da un druido tauren, sia Broll che Lo Gosh riescono a volare via su un ippogrifo, inseguiti dalle viverne di Reghar, che a un certo punto stanno quasi per gettare Lo Gosh giù dalla bestia. Riescono tuttavia a sconfiggere i loro inseguitori, e a raggiungere la foresta di Ashenvale. Qui entrano in contatto con alcuni membri dell’Alleanza in conflitto con gli Orchi di Warsong, che stanno causando vari problemi agli elfi. Il duetto affronterà varie battaglie e molte peripezie, tra cui lo smantellamento della banda Warsong, fin quando la loro fama raggiunge le orecchie di Tyrande Whisperwind che li invita a casa sua per ascoltare le loro storie. Venuta a conoscenza della memoria mancante di Lo Gosh, la Sacerdotessa di Elune decide di inviare i due da Jaina Produmoore a Theramore. Qui incontreranno nuovamente Valeera, che nel corso del viaggio si era staccata dai due. Jaina riesce nell’intento di ripristinare quasi tutta la memoria: si trova così di fronte a Re Varian Wrynn, che decide di portare subito a Stormwind, soprattutto per ricongiungersi con il suo figlioletto. Ma la sfortuna continua a perseguitarli: giunti a Menethil Harbor vengono attaccati dai naga. Durante la battaglia Varian recupera ancora altre parti della sua memoria persa, soprattutto quella riguardante chi lo ha tradito, e cioè gli Stonemasons. Egli resta a Menethil, mentre si sparge la voce a Stormwind che egli sia ancora vivo. In base a queste voci, improvvisamente a Stormwind arriva un impostore che si spaccia per Varian, e che fa uso del suo patrimonio e del suo potere. Nel frattempo il vero Varian a Menethil Harbor viene in contatto con alcuni banditi, che prima provano a rapirlo nuovamente, ma poi sono costretti a fuggire senza che il Re e i suoi due compagni riescano a carpire informazioni. Durante la battaglia Varian incontra Thargas Anvilmar, umano emissario di Magni Bronzebeard, il cui fratello era in contatto con Varian. Thargas lo informa anche dell’impostore che si trova a Stormwind . Così Varian, Broll, Valeera e Thargas si avviano lì con l’intenzione di scoprire chi sia questo impostore, ma soprattutto perché abbia usurpato il trono. Purtroppo durante il viaggio hanno un incontro brutale con alcuni Nani Oscuri che hanno rapito il fratello di Tharagas. I quattro così impiegano parecchio tempo per sconfiggerli e riprendersi sia il fratello sia Thandol Span, dimora dei Nani Oscuri. La conquista di Thandol Span, è intanto discussa anche a Stormwind da Re Magni Bronzebeard e il finto Varian. Quest’ultimo dice di non voler aiutare il nano nella riconquista della città, il quale a sua volta lascia Stormwind infuriato. Ma prima di partire, il piccolo Anduin gli parla, dicendogli di avere dei dubbi che quello sia realmente suo padre. Magni incontrerà il vero Varian a Thandol Span, e gli racconterà delle malefatte dell’usurpatore. Dopo una serie di peripezie, Varian riuscirà a riprendersi il trono a discapito dell’impostore, che si rivelerà essere addirittura un dragone. Sistemato il regno, e ricongiuntosi con suo figlio, Varian decide subito di inviare a Northrend un contingente di uomini per assaltare il Re Lich: alle porte di Angrathar muore il suo amico Bolvar Fordragon, già reggente del regno. Per vendicarsi della sua morte, Varian conduce un pesante attacco ad Undericty, ma non riesce nel suo intento di riprendere l’antica capitale del Lordaeron perché Jaina Produmoore poco prima dello scontro cruciale teletrasporta via tutte le truppe dell’Alleanza.

Naemor

CategorieSenza categoria